extra_toc

Se ancora non ne fai uso, scegliere di approcciare alla marketing automation, qualunque sia il tuo business, è sicuramente una buona idea.

Se però è la prima volta che ti approcci a questa disciplina, è facile perdersi nell’enorme varietà di prodotti disponibili. In questo articolo proveremo ad analizzare un metodo per scegliere i prodotti di Marketing Automation che più si adattano alle tue esigenze.

Non importa che tu sia il CEO di una grande azienda, un libero professionista o un blogger amatoriale, lì fuori c’è almeno un software per te, e oggi capiremo come individuarlo.

Come per gran parte delle cose nella vita, il modo migliore per approcciare un nuovo percorso, è quello di farlo con un piano. Ma per riuscire ad organizzare un piano, dobbiamo prima conoscere tutti gli elementi che abbiamo bisogno di valutare.

Le funzioni di un software di Marketing Automation

Nell'articolo “Cos'è la Marketing Automation” abbiamo già dato una definizione alla disciplina, e analizzato le funzionalità principali che possiamo trovare in un software. Se non l’hai ancora visto, ti consiglio di mettere pausa e correre subito a guardarlo.

Per rendere più semplici le cose, oggi andremo invece a fare una lista più completa delle funzioni principali che un software di Marketing Automatico può avere.

Email

Il software gestisce la costruzione e l’invio di email diretto o in base a trigger selezionati, nonché il tracciamento delle mail inviate.

Social Media

I software con questa funzionalità permettono la creazione e la programmazione di contenuti su diverse piattaforme social, e la gestione rapida e aggregata di commenti e messaggi privati. SMSI software con funzionalità di SMS permettono creazione e pianificazione di SMS a liste di numeri telefonici, anche in base a trigger prescelti.

Advertising

I software con funzionalità di Advertising permettono all’utilizzatore di creare e pianificare campagne di Ads per una o più piattaforme di digital advertising [come Google Ads, Facebook Ads, Tik Tok Ads, e così via].

Affiliate Marketing

Le piattaforme con questa funzione permettono di creare programmi di affiliate marketing con Referral Link monetizzati o che danno accesso a sconti. ContestLe piattaforme con funzioni di contest permettono di gestire contest a premi per gli utenti.Attenzione però, non bastano le funzionalità, i contest in Italia hanno una normativa stringente!

Webinar

Le piattaforme con funzionalità di Webinar/videoconference permettono di pianificare e sostenere classi digitali e webinar.

SEO

I software con funzionalità di SEO, come intuibile, permettono di fare ricerca di keywords e audit di siti web e, eventualmente, di tenere traccia dei risultati nel tempo.

WYSIWYG [Drag & Drop]

What You See Is What You Get è una sigla che indica tutti quei prodotti di editing che ci permettono di modificare un contenuto o un layout [per un contenuto, una landing page, una mail, etc.] in modo visuale, senza dover toccare codice.

Landing Page e Form

I software con queste funzionalità permettono la creazione di landing page, moduli di acquisizione contatti, banner e finestre modali.

Automazioni per Ecommerce

Le piattaforme con queste funzioni si interfacciano con il nostro ecommerce e ci permettono di lanciare azioni automatiche in base ad azioni compiute sul sito o all’abbandono carrelli.

Lead Scoring e Tracking

I software che offrono funzioni di lead tracking e scoring, ci permettono di tracciare le interazioni dei nostri utenti attraverso uno snippet di codice javascript o un pixel di tracciamento inserito nei nostri asset digitali. Inoltre ci permettono di assegnare un punteggio ai nostri lead in base ad azioni “trigger”.

Blogging e Content Marketing

Le piattaforme con questa funzionalità ci permettono la pianificazione di blog post e la possibilità di aggiornare i nostri contenuti su più siti web da un unico punto.

Segmentazione

La segmentazione è sicuramente una delle funzioni più richieste ad un software di Marketing Automation, e permette di dividere i nostri utenti in segmenti in base a interessi e azioni, in maniera manuale e/o automatica.

A/B Test

Le piattaforme con questa funzionalità permettono la creazione di due o più varianti di uno stesso asset per permetterci di creare dei test e valutare i risultati per capire quale variante è la più efficace.

Report

Anche questa è una funzionalità essenziale. Le piattaforme con capacità di reporting permettono di analizzare i dati sui risultati delle campagne avviate attraverso la piattaforma [e/o attraverso altri mezzi], per poter pianificare le attività future con metodo data-driven.

Una definizione di trigger

Per fare un po’ di chiarezza, fino a qui ho utilizzato diverse volte la parola trigger.Per chi non avesse familiarità con il termine, un trigger [letteralmente: grilletto] è un punto di innesco, un’azione eseguita dall’utente che va a innescare un’azione automatica da parte della nostra piattaforma di marketing automation. Un esempio potrebbe essere: se l’utente apre una mail, aumenta di +1 il suo scoring, oppure se l’utente scarica un nostro ebook, aggiungilo al segmento “Prospect”, e così via.

Le altre caratteristiche di cui tener conto nella scelta di un software di Marketing Automation

Ora che abbiamo fatto chiarezza sulle funzionalità che una piattaforma di Marketing Automatico può avere, ci dedichiamo agli altri fattori di cui dovresti tener conto quando vai ad effettuare la scelta di un software di Marketing Automation per il tuo progetto.

Numero di utenze e contatti

Nel momento in cui decidiamo di adottare un software di automazione, è importante capire fin da subito se è in grado di soddisfare le tue esigenze per quanto riguarda il numero di contatti che è possibile gestire attraverso la piattaforma, e il numero di utenti che possono accedere al sistema.

Investimento

La maggior parte dei software di Marketing Automation sono SaaS [Software as a Service] con diversi piani di abbonamento, che vanno da poche decine fino a migliaia di euro al mese. Nel valutare questo elemento teniamo conto non tanto del costo in sé, ma del ROI che ci aspettiamo dall’adozione del prodotto.

Scalabilità

Nel momento in cui il nostro progetto crescerà, cresceranno con esso anche le nostre esigenze. Quando valuti i software da adottare, tieni conto del grado di scalabilità: posso aggiungere più canali? Hai delle soglie fisse di utenti? Se si, quanto costa aumentarle? Lo stesso vale per il numero di contatti, e qualche volta, anche per le funzionalità.

Integrazioni

A meno che non decidiamo di adottare soluzioni All-in-one, di solito molto costose, avremo sicuramente bisogno di interfacciare due o più sistemi [ad esempio un software di email marketing con un il nostro CRM]. È importante capire fin da subito se è possibile, e in che modo, interfacciare i nostri sistemi. Alcuni software hanno integrazioni native, altri utilizzano le API, altri ancora è necessario integrarli attraverso sistemi esterni come Zapier o IFTTT.

Complessità

Quanto è difficile da configurare il sistema? I tuoi collaboratori riusciranno ad utilizzarlo senza difficoltà in base alle competenze che già hanno o dovranno acquisirne di nuove?

Customer Care

Ultimo ma non per importanza, bisogna tenere conto del Customer Care del servizio. Parlano una lingua che conosci? Rispondono in tempo reale? Sono efficienti nel risolvere i problemi?

Crea il tuo piano

Ora che hai tutti gli elementi per fare le tue valutazioni, inizia a mettere per iscritto tutto. Parti dalle funzionalità di cui hai bisogno. Quando avrai ben chiaro quali sono le funzionalità che cerchi, passa alla seconda parte, e definisci le tue esigenze in termini di numero di utenti, numero di contatti da gestire, integrazioni necessarie, complessità del prodotto e budget che puoi investire.

Arrivato a questo punto, devi occuparti della scalabilità: ricomincia dall’inizio e fai le stesse valutazioni, ma secondo quelle che prevedi che saranno le esigenze del tuo progetto fra 5 anni da ora.

Ora hai un piano.

Non ti resta che iniziare a valutare i servizi di marketing automation che offre la rete e capire quali soddisfano al meglio le tue esigenze. Il mio consiglio è quello di non ostinarti a cercare un solo prodotto che soddisfi tutte le tue esigenze, a meno che tu non abbia a disposizione budget molto elevati da destinare alla sola marketing automation. Per la maggior parte dei business, è sufficiente trovare due o più sistemi che vanno a coprire le varie fasi del funnel, e la maniera per farli comunicare tra loro.

Con questo ho concluso, fammi sapere se sei riuscito a creare la tua infrastruttura di Marketing Automation Ideale, e se hai voglia, condividi la tua configurazione!

A presto!

Alessandro De Cenzo
Author: Alessandro De Cenzo
Apre il suo primo sito a 12 anni. Da allora non ha mai smesso di interessarsi al digitale. Multipotenziale e geek convinto, ha trovato nel Growth Hacking la valvola di sfogo della sua incapacità di scegliere un ambito in cui specializzarsi. Cofounder di _blank.
Altri articoli dello stesso autore

Aggiungi commento