🧠 Una cosa che mi sono spesso trovata a ripetere ultimamente è che il growth hacking funziona solo SE TU sei pronto a farlo funzionare.

 

Che diciamolo, detta così pare 'na frase da lettino dello psicologo, ma credetemi, è l'assoluta e incontrovertibile verità.

 

👨‍🏫 Il Growth Hacker non è quello che costruirà solo la strategia social, o metterà a posto le grafiche, ma bensì è un invadente rompicoglioni che pretenderà di mettere bocca su tutto.

 

⭕ Chi avvia un business molto spesso lo fa fermamente convinto della bontà delle proprie intuizioni per cui spesso l'ostacolo più grande alla crescita è prima di tutto la reticenza al cambiamento.

 

Come si fa a convincere qualcuno che quello che "ho fatto così fin'ora ed è andato bene perché comunque ci guadagnavo e quindi non voglio cambiare approccio, ma al massimo aggiungere, chessò una sponsorizzata" che sta sbagliando completamente mindset?

 

💸 L'imprenditore è uno che rischia. E questo è il primo punto. Rischia perché nella sua strategia DEVE prevedere la scalabilità altrimenti è il dipendente sottopagato di sé stesso.

 

🧪 Il secondo punto è che il Growth Hacker lavora con il Metodo Scientifico.

 

Che vuol dire? Ve lo spiego subito.

Il Growth hacker lavora per Esperimenti, e il processo si compone di 4 fasi in iterazione costante: analisi, ideazione, prioritizzazione, sperimentazione.

L’obiettivo del Growth Hacking è attivare un mindset votato all’analisi dei dati, all’approccio verso il fallimento come acquisizione di informazioni più precise nella ridefinizione della strategia che mira ad affinarsi sempre di più.

 

Un esperimento per essere definito tale deve rispettare queste tre caratteristiche:

  • Misurabile
  • Ripetibile
  • Scalabile

🔬 Esattamente gli stessi criteri del Metodo Scientifico.

 

In conclusione, come far capire il tuo approccio ad un cliente che non ha già il Mindset giusto?

💪 Semplice, mostrandoli che non può fallire.

 

Che, tutt'al più avrà acquisito dati migliori per un successo più grande, e che ripetere sempre le stesse azioni perché è rassicurante è il primo nemico del successo.

 

E voi? Vi siete trovati mai in condizioni di incomunicabilità con un cliente? Oppure siete proprietari di un'attività di cui non riuscireste a mettere in discussione il metodo usato fin'ora?

 

👉 Raccontatemi le vostre esperienze!

Noemi Taccarelli
Author: Noemi Taccarelli
È cofounder e Growth Marketer di _blank. Il growth hacking è stata la convergenza perfetta della sua multipotenzialità. Curiosità impudente, amore per le parole e i dati, studio costante, viaggi e antropologia sono il setting di base.
Altri articoli dello stesso autore

Aggiungi commento