I maggiori trend nel web design moderno (Tango, Material, Minimal, etc.), hanno reso tutto più pulito e ordinato, facendo sparire quasi del tutto le pacchianissime sfumature stile WordArt a cui ci siamo abituati negli anni '90. Nonostante ciò, le sfumature non sono morte, si sono solo adattate.

 

La verità sta nelle sfumature. - Charles Bukowski

Come forse avrete capito, la chicca di oggi è dedicata a chi ha a che fare con i fogli di stile CSS, e sono sicuro che la amerete.

Parliamo di Grabient.

Chi si occupa di web design da qualche anno in più sa bene quale mal di testa è provare ad accostare manualmente i colori: meglio un grigio puro #ccc? Forse è più bello con #c1c1c1? E perché su safari non si vede?

Se quelle sopra sono il genere di domande in cui almeno una volta siete incappati, e non volete inserire a mano gli HEX (o RGB, o RGBA) ogni volta che dovete usare una sfumatura, o peggio ancora dovete testarne l'effetto, magari cambiandola decine di volte, insomma, Grabient è il tool che può darvi la risposta.

Basta visitarlo, vi troverete alcune tra le sfumature più usate nel web già pronte. Se però ne volete creare una più personale, basta modificare una qualsiasi di quelle che avete di fronte nell'editor visuale, cambiando colore agli stop presenti, rimuovendone o aggiungendone di nuovi. Alla fine cliccate su COPY CSS, e non vi resta che incollare il risultato nel vostro bel foglio di stile a cascata.

Se lo desiderate, nel risultato sarà inserito automaticamente anche un colore fallback e i prefissi browser ancora in uso.

 

Hai provato Grabient per creare le sfumature del tuo sito? Lasciami un feedback nei commenti!

Alessandro De Cenzo
Author: Alessandro De Cenzo
Apre il suo primo sito a 12 anni. Da allora non ha mai smesso di interessarsi al digitale. Multipotenziale e geek convinto, ha trovato nel Growth Hacking la valvola di sfogo della sua incapacità di scegliere un ambito in cui specializzarsi. Cofounder di _blank.
Altri articoli dello stesso autore

Aggiungi commento