Sul time management ci hanno scritto quintalate di libri, a volte utili, a volte perfetti per quel tavolo che traballa in salotto. Finite il libro, con la testa piena di concetti e di buoni propositi, e poi tornate a sprecare le vostre giornate cercando di affrontare 465 cose contemporaneamente.

Chiunque si occupi di sviluppo dovrebbe avere familiarità con questo scenario: Errore in console, vai a vedere il file che lo genera e scopri che è causato da una variabile globale, e il tuo progetto è composto da 4500 files. Ovviamente non tutti scritti da te.

Quando parliamo di growth hacking, non è possibile non tirare in ballo i dati. Sì, ma QUALI dati?

Ciò che non esiste in rete non esiste affatto. È una realtà amara ma è fondamentale prenderne atto se si vuole far crescere il proprio brand. Oggi il mercato è cambiato: non bastano più le grandi insegne, i cartelloni, gli opuscoli e i volantini da distribuire ai semafori. Oggi, per ottenere davvero dei risultati, bisogna essere online.

Ma perché devo inserire tutti questi hashtag sotto le mie foto? Sono sicura che almeno una volta nella vita ti sei posto questa domanda, e ti confido un segreto: me la sono posta anch’io.

_iscriviti alla nostra newsletter